A.s.D. NetCalcio

Organizzazione Eventi Sportivi

Contatti: 347/7249373-331/8504506 - infonetcalcio@gmail.com

Regolamento Evento:

ART: 1 CONOSCENZA DEL REGOLAMENTO
[sezione: GENERALE]

Tutti i tesserati delle squadre iscritte a qualsiasi competizione sportiva organizzata dall'A.s.D NetCalcio, devono conoscere il presente regolamento, rispettarlo e accettarlo in tutte le sue parti.

ART: 2 PRESIDENTE E VICE PRESIDENTE
[sezione: GENERALE]

Durante l'iscrizione della squadra, dovranno essere comunicati all'organizzazione due nominativi che avranno ruolo rispettivamente di PRESIDENTE e di VICE PRESIDENTE fornendo recapito telefonico e indirizzo mail.
Il PRESIDENTE e il VICE PRESIDENTE saranno i referenti della squadra, potranno interagire con l'organizzazione e richiedere il tesseramento di giocatori fornendo quanto richiesto da regolamento.
Il PRESIDENTE oltre al ruolo di referente della squadra, ricoprirà il ruolo di responsabile e dovrà costituire apposito nucleo sportivo affiliando la squadra all'ente nazionale di promozione per lo sport (UISP o CSEN) o all'A.S.D. stessa. Il PRESIDENTE del nucleo sportivo appena costituito dovrà richiedere e custodire tutti i certificati medici degli atleti e dei dirigenti che si intende tesserare consegnando fotocopia della stessa all'organizzazione.

ART: 3 DISTINTA E APPELLO
[sezione: GENERALE]

La distinta è un documento ufficiale da compilare in ogni sua parte e consegnata all'arbitro durante l'appello permettendo cosi il riconoscimento dei giocatori.
La distintà dovrà essere scaricata dal sito ufficiale www.netcalcio.com e stampata in unica copia da consegnare all'arbitro, la squadra avversaria ha facoltà a inizio e al termine della gara di richiedere all'arbitro di prenderne visione e eventualmente fotografarla.
In caso di dimenticanza della distinta ufficiale, la squadra dovrà produrre la lista dei giocatori su un foglio bianco indicando nome, cognome, numero del documento e specificando il portiere. In caso di reiterate dimenticanze l'organizzazione potrà procedere multando la squadra.
Una volta presentata la distinta, l'arbitro procederà con l'appello e il conseguente riconoscimento dei giocatori.
Il capitano della squadra dovrà recuperare e consegnare all'arbitro, tutte le tessere associative o in mancanza di queste i documenti d'identità delle persone messe a distinta.
I documenti d'identità potranno essere consegnati anche in fotocopia, solamente se autentificate dall'organizzazione.
In mancanza del documento o della tessera di riconoscimento, il giocatore non potrà sia giocare che rimanere regolarmente in campo a meno che venga riconosciuto direttamente da un organizzatore e indicato in distinta.
Il giocatore indicato in distinta ma non presente durante l'appello potrà entrare in campo solamente alla fine del primo tempo regolamentare per poter essere riconosciuto dall'arbitro, in mancanza di questo anche durante l'intervello il tesserato non potrà disputare l'incontro.

ART: 4 CERTIFICATO MEDICO
[sezione: GENERALE]

Per il tesseramento dei giocatori è fatto obbligo alle squadre di ottemperare a quanto disposto dalla legge n.91 del 23-03-1981 e dal D.M. 18-02-1982, riguardante le norme della tutela sanitaria relativa alle attività agonistiche, che prevede un certificato di idoneità sportiva rilasciato da uno dei Centri di Medicina dello Sport.
Il Certificato medico dovrà essere in corso di validità per tutta la durata dell'evento.
Per preservare la salute dell'atleta l'organizzazione consiglia di produrre un certificato medico agonistico per ogni tesserato, ma ai fini regolamentari potrà giocare anche chi è in possesso di un certificato non agonistico.
Il certificato medico dovrà essere custodito dal PRESIDENTE della squadra che dovrà fornire copia (eventualmente anche in formato digitale) dello stesso all'organizzazione dell'evento quanto prima inoltre dovrà firmare una dichiarazione sottoscritta in cui dichiari sotto la sua responsabilità, che la legge riguardante le norme della tutela sanitaria relative alle attività agonistiche, è stata soddisfatta da tutti i tesserati.

ART: 5 CALENDARIO E SPOSTAMENTI PARTITA
[sezione: GENERALE]

Durante l'iscrizione le squadre partecipanti potranno indicare all'organizzazione delle preferenze; l'organizzazione durante la stesura del calendario terrà conto delle preferenze espresse solo nel caso queste non siano incompatibili con la disponibilità dei campi di gioco.

Ogni squadra potrà richiedere lo spostamento della partita all'organizzazione almeno 24 ore prima della partita, tramite messaggio via whatsapp o tramite mail a infonetcalcio@gmail.com. Per le partite in calendario il lunedi sera, la richiesta deve pervenire entro le ore 17 del sabato precedente alla partita.

Tutte le squadre iscritte al campionato hanno la possibilità di richiedere massimo due spostamenti durante il campionato, effettuando la richiesta nei modi e nei tempi previsti, queste richieste non verranno prese in considerazione durante le fasi finali della competizione.
Terminate le due richieste, eventuali richieste di spostamento potranno pervenire, ma verranno attuate solamente nel caso in cui la squadra avversaria acconsentirà allo spostamento, dopo pagamento di una somma di 10 euro e dopo riscontro positivo da parte dell'organizzazione, in mancanza di una sola di queste condizioni la partita non potrà essere spostata.
Il recuperò verrà giocato in uno dei tre giorni indicati dalla squadra che ha subito tale richiesta.

Nel caso in cui il rinvio fosse dovuto da situazioni oggettive (mancanza arbitro, meteo avverso, problemi campo ecc) l'organizzazione medierà fra le due squadre e piazzerà la partita nella stessa settimana o nella settimana successiva, nel caso le due squadre non dovessero trovare nessun accordo sulla data, l'organizzazione procederà ad estrarre il giorno.

ART: 6 CAUZIONE
[sezione: GENERALE]

La cauzione verrà restituita a fine campionato decurtata di eventuali tesseramenti non pagati o multe assegnate da parte dell'organizzazione del torneo.

ART: 7 PERSONE AMMESSE SUL TERRENO DA GIOCO
[sezione: GENERALE]

All'interno del campo da gioco possono accedervi solamente le persone regolarmente tesserate e presenti come nominativi all'interno della distinta e possono sostare per tutta la durata della partita all'interno del campo da gioco solamente dopo essere stati riconosciuti dall'arbitro durante l'appello.
Possono accedere all'interno del campo massimo 3 dirigenti di cui uno ricoprirerà il ruolo di dirigente responsabile, mentre oltre alle persone in campo potranno sedere in panchina massimo 7 riserve per il calcio a 8 e a 7 e 4 riserve per il calcio a 5, con indosso regolare maglietta da gara o tuta sociale. E' fatto assoluto divieto da parte dei dirigenti e delle riserve passeggiare lungo la linea del campo o tenere atteggiamenti non consoni per il regolare svolgimento dell'incontro.

ART: 8 INFORTUNI ED ASSICURAZIONI
[sezione: GENERALE]

In caso di infortunio il tesserato dovrà denunciare il sinistro entro 5 giorni dal fatto chiedendo al referente della propria squadra d'interfacciarsi con l'organizzazione del campionato.

ART: 9 SCONFITTA A TAVOLINO
[sezione: GENERALE]

La sconfitta a tavolino con il risultato di 3 a 0, per il calcio a 8 e a 7 e di 6 a 0 per il calcio a 5 verrà assegnata dall'organizzazione dopo riunione di apposita commissione e dopo diramazione di apposito comunicato.
La sconfitta verrà inflitta nei seguenti casi:
  • La squadra che nel giorno e nell'orario previsto da calendario per l'incontro non si presenta al campo o si presenta con più di 15 minuti di ritardo. In tal caso è previsto 1 punto di penalizzazione.
  • La squadra che, non potendo richiedere uno spostamento, telefonicamente o via sms comunica all'organizzazione di non riuscire a presentarsi al campo.
  • La squadra che inserisce in distinta persona non tesserata.
  • La squadra che inserisce in distinta persona a cui è stata inflitta una squalifica.
  • La squadra che si presenta regolarmente sul terreno di gioco, ma in numero minimo inferiore a quello previsto da regolamento, obbligando l'arbitro disegnato a non dar inizio alla gara
  • La squadra che inserisce in distinta un giocatore/dirigente già tesserato in altra squadra del torneo presente all'interno del girone o che, durante le fasi finali inserisca in distinta un qualsiasi altro tesserato di una squadra del campionato in essere.
  • Tutte le partite in cui una squadra inserisce in distinta un tesserato di una categoria non prevista per il campionato in corso anche se tale negligenza venga commessa inconsciamente.
  • La squadra i cui tesserati o pubblico accompagnatore si rendano colpevoli prima, durante o a fine partita di insulti, atti violenti o minacce nei confronti dell'arbitro, o di qualsiasi altro tesserato o non tesserato presente all'interno della struttura o nella sua immediata vicinanze.
Alla terza sconfitta a tavolino (non valgono al computo totale eventuali sconfitte a tavolino retroattive) la squadra verrà automaticamente esclusa del campionato con la perdita di tutte le somme a qualsiasi titolo versato.

ART: 10 RITIRO
[sezione: GENERALE]

Se una squadra, per qualsiasi motivo, dovesse ritirarsi da un campionato, la stessa perderebbe il diritto alla restituzione di qualsiasi somma già versata, cauzione inclusa.

ART: 11 MANCANZA ARBITRO
[sezione: GENERALE]

La presenza arbitrale verrà garantita da apposito designatore esterno all'associazione, potrebbero capitare imprevisti o disguidi di fatto non riconducibili all'A.s.D. NetCalcio per cui la presenza arbitrale potrebbe mancare o arrivare in ritardo.
In questi casi le squadre sono obbligate ad attendere in campo per un periodo pari alla durata di un tempo della gara. Oltre tale termine la gara si intende posticipata, con le due squadre che hanno la possibilità, in base alla disponibilità del campo e alle esigenze dell'organizzazione, di accordarsi sulla data del recupero.
Se entro tale termine non verrà trovata una data per poter rigiocare la partita, la data verrà estratta a sorte da parte dell'organizzazione.

ART: 12 NUMERO MINIMO GIOCATORE
[sezione: GENERALE]

L'arbitro designato non potrà dare inizio alla gara nel caso in cui una squadra si presentasse in campo con un numero inferiore a 5 giocatori per il calcio a 8 e a 7 e di 3 giocatori per il calcio a 5. Qualora, durante la gara in corso, una squadra dovesse rimanere con meno di 5 giocatori per il calcio a 8 e a 7 o con un numero di 3 giocatori per il calcio a 5 (per infortunio, espulsioni, ecc.), l'arbitro decreterà la fine della disputa e la vittoria della squadra avversaria.

ART: 13 LIMITAZIONI
[sezione: GENERALE]

I limiti per l'evento a 7 sono i seguenti: libero fino alla seconda categoria più un fuori quota di prima categoria
I limiti per l'evento a 5 sono i seguenti: Libero fino alla categoria di C2 più 3 fuori quota di C1

ART: 14 RECLAMI
[sezione: GENERALE]

I reclami dovranno essere presentati in forma scritta inviando il tutto via mail a infonetcalcio@gmail.com entro 48 ore dopo l'inizio della gara per cui è previsto il reclame stesso. L'organizzazione procederà a rispondere in maniera scritta ad ogni reclamo sopraggiunto.

ART: 15 REGOLE DI GIOCO
[sezione: REGOLAMENTO TECNICO]

Per tutti gli eventi a 8 e a 7 organizzati dall'a.s.d. Netcalcio si utilizza il Regolamento Ufficiale della Lega Calcio a 11 (presente sul sito internet nella sezione Regolamenti) le uniche varianti sono:
  • I cambi sono limitati nel numero di 6 per tempo e devono essere fatti a gioco fermo richiamando l'attenzione dell'arbitro e avendo dallo stesso il permesso per tale sostituzione
  • Esiste il fuorigioco solamente sui calci di punizione, con l'uomo che si ritrova in posizione irregolare piazzato oltre la linea che delimita l'area di rigore o le linee immaginarie che delimitano lo spazio fra l'area di rigore e la linea laterale
  • Nel caso di partita disputata durante le fasi finali, in caso di pareggio si andrà direttamente ai rigori (non esistono supplementari). I rigori dovranno essere battuti nel numero di 5 per ciascuna squadra nel caso di ulteriore pareggio si andrà avanti fino ad oltranza

Per tutti gli eventi a 5 organizzati dall'a.s.d. Netcalcio si utilizza il regolamento UISP

ART: 16 PALLONE DA GARA
[sezione: REGOLAMENTO TECNICO]

Il pallone da utilizzare per il regolare svolgimento della partita del campionato è un pallone numero 5 (per il calcio a 8 e a 7) o numero 4 (per il calcio a 5) correttamente gonfiato, che la squadra dovrà sempre portarsi appresso ad ogni partita di campionato. La squadra che giocherà in casa ha diritto di utilizzo/scelta del pallone.

ART: 17 UTILIZZO SECONDE MAGLIE E PETTORINE
[sezione: REGOLAMENTO TECNICO]

In caso di somiglianza cromatica fra i completi delle due squadre che si affrontano, sarà la squadra ospitante indossare la seconda maglia/pettorina.

ART: 18 IMPRATICABILITÀ DEL CAMPO
[sezione: REGOLAMENTO TECNICO]

La decisione sulla praticabilità o meno del campo, sentito il parere dei capitani delle due squadre, spetta soltanto all'arbitro in via discrezionale, per tanto tutte le squadre dovranno presentarsi nell'orario, nel giorno e nell'impianto indicato nel calendario.
Nel caso di condizioni meteo particolarmente avverse che potrebbero pregiudicare l'incolumità dei giocatori, o nel caso in cui l'impianto sportivo segnali un evento imprevedibile che potrebbe pregiudicare o pregiudicherebbe il regolare svolgimento della partita, l'organizzazione potrà sospendere, rinviando a data da destinarsi la partita comunicando tale decisione ai referenti delle due squadre entro e non oltre i 90 minuti prima dell'orario previsto per quanto riguarda le condizioni meteo, il più tempestivamente possibile per eventuali eventi comunicati dall'impianto sportivo stesso.
Se l'impraticabilità del campo dovesse sopraggiungere successivamente all'inizio dell'incontro e nel caso in cui l'incontro stesso prima della sospensione sia stato giocato regolarmente per almeno 10 minuti, il risultato fino a quel momento maturato in campo verrà acquisito e la partita di recupero inizierà dallo stesso minuto della sospensione e con lo stesso risultato.
In tutti gli altri casi la partita dovrà nuovamente essere rigiocata partendo dal risultato di 0 a 0.
La data per giocare il recupero della partita sospesa, dovrà essere concordata fra i referenti delle due squadre e dovrà essere rigiocata entro un mese e comunque non oltre alla fine del campionato o all'inizio delle fasi eliminatorie.
Se entro tale termine non verrà trovata una data per poter rigiocare la partita, la data verrà indicata a suo insindacabile giudizio da parte dell'organizzazione A.s.D. NetCalcio.

ART: 19 DURATA PARTITA
[sezione: REGOLAMENTO TECNICO]

I tempi di gioco sono fissati in 25 minuti per tempo con un intervallo di 5 minuti, l'arbitro potrà ridurre o eliminare l'intervallo, comunicando tale decisione ai due capitani, nel caso di partita iniziata in ritardo.
Le squadre dovranno presentarsi in prossimità del campo da gioco 10 minuti prima dell'inizio della partita per permettere all'arbitro il riconoscimento dei giocatori il tempo massimo d'attesa è fissato in 15 minuti, se le squadre o una delle due squadre non dovesse presentarsi entro tale termine verrà applicato quanto previsto da regolamento.

ART: 20 COSTO TORNEO E PARTITE GARANTITE
[sezione: ORGANIZZAZIONE EVENTO]

I costi del campionato sono cosi definiti:

Per il calcio a 5 600 euro costo iscrizione suddiviso in due rate, 20 euro a partita, 50 di cauzione e 50 euro per 8 tessere e affiliazione e 5 euro le tessere successive.

Per il calcio a 7 250 euro costo iscrizione, 60 euro a partita, 100 di cauzione e 50 euro per 10 tessere e affiliazione e 5 euro le tessere successive.

L'organizzazione del campionato prevede il disputarsi di minimo 18 partite di garantite.

ART: 21 PREMI CAMPIONATO
[sezione: ORGANIZZAZIONE EVENTO]

I premi del campionato sono elencati nella sezione formula del sito ufficiale raggiungibile seguendo il link:
Formula

ART: 22 CALCOLO PUNTI PER CATEGORIA MIGLIOR PORTIERE
[sezione: ORGANIZZAZIONE EVENTO]

Il vincitore della categoria "miglior portiere" verrà determinato attraverso un calcolo che prenderà in considerazione diversi elementi. Per determinare il punteggio si procederà in questo modo:
  • ogni gol subito varrà 1 punto se il portiere gioca nella squadra che ha vinto l'incontro
  • ogni gol subito verrà moltiplicato di un coefficiente pari a 1.2 se il portiere gioca nella squadra che ha perso l'incontro
  • non verrà applicato nessun coefficiente in caso di pareggio ed ogni gol subito varrà 1 punto
  • nel caso in cui l'arbitro assegni come miglior giocatore della squadra il portiere, verrà dato un bonus di -5 punti al portiere selezionato
  • ad ogni portiere verrà assegnato 300 punti che verrà diviso per il totale delle partite disputate
Vince il premio chi a fine campionato/torneo avrà meno punti. In caso di pareggio si premierà il portiere tesserato nella squadra che risulta piazzata più in alto, in caso di ulteriore pareggio il portiere più giovane.

ART: 23 CALCOLO PUNTI PER CATEGORIA MIGLIOR GIOCATORE
[sezione: ORGANIZZAZIONE EVENTO]

Il vincitore della categoria "miglior giocatore" verrà determinato attraverso un calcolo che prenderà in considerazione diversi elementi. Per determinare il punteggio si procederà in questo modo:
  • l'arbitro a fine incontro dovrà individuare i due giocatori, uno per squadra, che hanno giocato meglio all'interno della squadra. Verrà dato un punteggio di 2 al miglior giocatore che ha giocato nella squadra vincitrice dell'incontro, verrà dato un punteggio di 1 al miglior giocatore che ha giocato nella squadra uscita sconfitta dal match. In caso di match terminato in pareggio verranno assegnati un punto a ciascun giocatore.
  • nella partita dove il giocatore è stato indicato il migliore, per ogni eventuale gol segnato verrà dato un bonus di 0,2 punti a gol nel caso di vittoria della propria squadra, nel caso di sconfitta il bonus sarà di 0,1 punti a gol
Vince chi ha più punti al termine della competizione, nel caso di pareggio vince chi milita nella squadra che si piazza più in alto in classifica, nel caso di ulteriore pareggio vince il giocatore più giovane.

ART: 24 CALCOLO PUNTI PER CATEGORIA CAPOCANNONIERE
[sezione: ORGANIZZAZIONE EVENTO]

Il vincitore della categoria "capocannoniere" sarà colui che risulterà in testa alla classifica considerando i gol fatti, sia durante le partite garantite sia durante i play off.
In caso di parità verrà premiato il giocatore con miglior rapporto fra gol e partite, successivamente il giocatore che milita nella squadra meglio classificata in caso di ulteriore parità il giocatore più giovane.

ART: 25 FORMULA EVENTO
[sezione: ORGANIZZAZIONE EVENTO]

La formula dell'evento è visibile seguendo il link:
Formula

ART: 26 DEFINIZIONE CLASSIFICA
[sezione: ORGANIZZAZIONE EVENTO]

La classifica della competizione verrà determinata attraverso i seguenti parametri:
  • VITTORIA = 3 punti
  • PAREGGIO = 1 punto
  • SCONFITTA = 0 punti
In caso di arrivo a pari punti di due squadre la classifica verrà determinata utilizzando i seguenti criteri:
  • scontri diretti (punti)
  • differenza reti nei scontri diretti
  • gol fatti nei scontri diretti
  • sorteggio alla presenza dei due presidenti della squadra
In caso di parità tra tre o più squadre a parità di punti, si applicherà il seguente criterio:
  • classifica avulsa
  • scontri diretti (punti)
  • differenza reti nei scontri diretti
  • gol fatti nei scontri diretti
  • sorteggio alla presenza dei due presidenti della squadra

Nel caso in cui si dovesse individuare fra i diversi gironi, le migliori squadre con uno stesso piazzamento, per l'accesso alla seconda fase, si utilizzerà invece i seguenti criteri:

  • Punti
  • Differenza gol
  • Gol segnati
  • Disciplina
  • Sorteggio

ART: 27 TESSERAMENTO GIOCATORE
[sezione: TESSERAMENTI]


In tutte le competizioni che prevedono due o più gironi è possibile procedere con il tesseramento di giocatori già tesserati in altre squadre del torneo/campionato, ma in diversi gironi, limitati nel numero di due unità e indicando la squadra primaria fra le due. Il giocatore in questione potrà partecipare alla classifica individuale, solamente attraverso le prestazioni maturate all'interno della squadra primaria.
Durante le fasi finali il tesserato potrà giocare solamente all'interno della squadra definita come primaria.

All'interno del recinto di gioco possono accedere solamente le persone regolarmente tesserate alla competizione. Per effettuare il tesseramento i referenti della squadra dovranno farne richiesta all'organizzazione inviando una mail a infonetcalcio@gmail.com oppure inviando un messaggio via whatsapp al numero 3477249373.
La richiesta di tesseramento deve pervenire allegando foto digitale di un documento d'identità della persona che si intende tesserare. La foto del documento deve essere fatta in maniera chiara per permettere di visualizzare tutte le informazioni essenziali per procedere con il tesseramento della persona (nome,cognome, residenza e data di nascita).
Il tesseramento ha validità da settembre a settembre dell'anno successivo.
Entro la prima partita di campionato la squadra dovrà fornire la documentazione richiesta per il tesseramento delle persone da inserire nell'organico, successivamente i nuovi giocatori o i nuovi dirigenti potranno essere tesserati fornendo quanto richiesto entro e non oltre le ore 17:00 del giorno stesso in cui da calendario è prevista la partita, il tesseramento verrà chiuso inderogabilmente entro il 31 marzo.

ART: 28 REVOCA TESSERAMENTO
[sezione: TESSERAMENTI]

Nel caso in cui dovessero sorgere irregolarità, o nei casi disciplinari previsti, l'organizzazione potrà disporre la revoca del tesseramento e quanto versato dal richiedente per il tesseramento non verrà restituito.

ART: 29 SVINCOLAMENTO TESSERATO
[sezione: TESSERAMENTI]

Lo svincolo del giocatore, potrà avvenire solamente a fronte del ritiro della squadra per cui il giocatore è stato tesserato e comunque il torneo non dovrà essere nelle sue fasi finali. Tutte le statistiche del giocatore (gol, ammonizioni, gol subiti e altro) verranno mantenuti anche all'interno della nuova squadra.

ART: 30 ESCLUSIONE SQUADRA
[sezione: GIUSTIZIA SPORTIVA]

L'esclusione di una squadra può essere deliberata dall'organizzazione dell'evento in forma scritta per i seguenti motivi:
  • Comportamenti anti sportivi
  • Mancato pagamento delle quote previste
  • Reiterato illecito sportivo
  • Gravi fatti
Una volta esclusa la squadra ai fini della classifica verrà adottato quanto previsto dal seguente regolamento in caso di ritiro, tutte le quote versate fino a quel momento insiere alla cauzione non verranno restituite.

ART: 31 ILLECITO SPORTIVO
[sezione: GIUSTIZIA SPORTIVA]

I Tesserati dovranno rispondono di illecito sportivo se attueranno dei comportamenti diretti ad alterare lo svolgimento, di una o più gare, nonchè azioni che possano alterare il normale corso del campionato/torneo.
Rispondono dello stesso reato di illecito sportivo soggettivo tutti i tesserati che venuti a conoscenza di fatti che possono pregiudicare il regolare svolgimento del campionato omettano la comunicazione di tali fatti all'organizzazione dell'evento.
La commissione disciplinare valutando la gravità dei fatti potrà infliggere squalifiche dai 3 mesi ai 12 mesi fino ad arrivare nei casi più gravi all'esclusione perpetua del/dei tesserato/i da tutti gli eventi organizzati dall'A.s.D. NetCalcio fino ad un massimo di 3 anni, la commissione inoltre potrà invalidare i risultati, assegnare sconfitte a tavolino o decretare dei punti di penalità variabili da -1 a -10 sulla classifica generale.

ART: 32 COMPORTAMENTO TESSERATI E ORDINE PUBBLICO
[sezione: GIUSTIZIA SPORTIVA]

Le squadre sono ritenute responsabili, a titolo di responsabilità soggettiva, per i comportamenti dei propri tesserati e dei propri sostenitori.
In caso di danni alle persone o alle cose, offese o violenza verso uno o più tesserati/spettatori o all'arbitro dell'incontro o alle persone dell'organizzazione, il tesserato o i tesserati verranno sanzionati in base alla gravità, compresa l'espulsione perpetua da qualsiasi evento sportivo organizzato dall'A.s.D. NetCalcio fino ad un massimo di tre anni.
In caso di accadimenti gravi e su richiesta del danneggiato, l'organizzazione fornirà al richiedente i nominativi di tutti i tesserati individuati dall'arbitro o dalle persone presenti e fornirà dichiarazione scritta di quanto accaduto in base a tutti gli elementi raccolti, compresi foto e video.
La squadra, a fronte di un comportamento offensivo o violento da parte di un suo o di suoi tesserati, dovrà adottare tutti quei comportamenti per circoscrivere/fermare e non aggravare tale situazione, in mancanza di tale comportamento la squadra potrà subire una sanzione come l'assegnazione di punti di penalizzazione o l' esclusione della squadra stessa dalla competizione.
Tutti i tesserati e il pubblico dovranno permettere il regolare svolgimento dell'incontro e garantire che l'ordine pubblico venga mantenuto sia prima che durante che dopo l'incontro, nell'impianto sportivo come nelle sue immediate vicinanze.
La commissione disciplinare e il designatore saranno intransigenti e verranno puniti duramente tutti i comportamenti violenti e offensivi per mantenere inalterabile il valore dello sport e per ricordare sempre a tutti i tessereti lo scopo amatoriale dell'evento organizzato.

ART: 33 INTERRUZIONE O PROSECUZIONE PRO FORMA DELLA GARA
[sezione: GIUSTIZIA SPORTIVA]

E' facoltà dell'arbitro astenersi dalla prosecuzione della gara quando si verifichino fatti che a suo giudizio sono pregiudizievoli all'incolumità propria e dei giocatori, comunque tali da non permettere di dirigere la gara con imparzialità e piena indipendenza di giudizio.
In alternativa l'arbitro può continuare la gara "pro - forma" per fini cautelativi o di ordine pubblico.
E' facoltà dell'arbitro astenersi dal dare inizio alla gara o far proseguire la stessa qualora si siano introdotte nel terreno di gioco persone estranee e non legittimate ad esservi.

ART: 34 SQUALIFICHE E SANZIONI
[sezione: GIUSTIZIA SPORTIVA]

Tutte le sanzioni e le squalifiche verranno pubblicate nella apposita sezione del sito www.netcalcio.com denominata "provvedimenti disciplinari e sanzioni".
Sarà responsabilità di tutte le squadre iscritte e di tutti i tesserati prendere visione di eventuali provvedimenti disciplinari attenendosi scrupolosamente a quanto indicato, l'organizzazione non accetterà nessuna scusanza in merito e procederà come da regolamento nel caso di qualsiasi violazione.
I giocatori colpiti da provvedimenti di squalifica a giornate dovranno scontare la sanzione nella competizione in atto e nella prima partita utile successiva alla sanzione, quindi la squalifica partirà o contemplerà eventuali recuperi da organizzare o pianificati successivi alla diramazione del provvedimento disciplinari.
Squalifiche che colpiranno giocatori in specifiche competizioni, come coppe o campionati, dovranno essere scontate nella competizione stessa, nel caso tale squalifica non possa essere scontata nella competizione dove è stato assegnato il provvedimento disciplinare per motivi di fine campionato o di eliminazione dalla coppa, il provvedimento disciplinare scatterà in automatico nella prima partita successiva senza tenere conto della competizione.
L'organizzazione si affida a persona esterna, ovvero al disegnatore arbitrale, per la valutazione dei fatti e per la sanzione/squalifica, tali decisione verrano prese in piena trasparenza e soprattutto in piena autonomia sempre nel rispetto del presente regolamento.
Il tesserato e la squadra per mano del presidente potranno impugnare le decisioni prese mediante quanto previsto da regolamento, ovvero tramite ricorso.
Il tesserato raggiunto da 3 ammonizioni in altrettante gare verrà espulso per una giornata, sul sito nella sezione indicata verranno conteggiate tutte le ammonizioni prese da ogni singolo tesserato e verrà inserito in diffida alla seconda ammonizione.
Il computo delle ammonizioni verrà azzerato durante le fasi finali.
Squalifiche previste:
  • somma ammonizioni nella stessa gara 1 gg.
  • somma ammonizione in gare diverse 1 gg.
  • rosso per protesta nei confronti dell'arbitro 1 gg.
  • rosso per atteggiamenti ironici nei confronti dell'arbitro da 1 a 2 gg.
  • fallo di reazione in azione di gioco da 1 a 3 gg.
  • offese da 1 a 2 gg.
  • offese ripetute e continuate da 2 a 4 gg.
  • atteggiamenti intimidatori o minacciosi da 1 a 3 mesi
  • atti di violenza semplice (calcio, schiaffo, gomitata, testata) o posti in essere con corpi non contundenti, (spugna, bottiglia plastica vuota, ecc.) da 1 a 6 mesi
  • reazione violenta ad atto violento subito da 1 a 6 mesi
  • reazione violenta a scorrettezza subita da 3 a 9 mesi
  • sputo da 6 a 12 mesi
Nel caso in cui determintate azioni qui elencate siano posti in essere ad Arbitri/Organizzatori il caso verrà sottoposto alla apposita Commissione Disciplinare che potrà sanzionare tale comportamento applicando come minimo il massimo della pena prevista fino ad arrivare all'espulsione perpetua da qualsiasi evento sportivo organizzato dall'A.s.D. NetCalcio fino ad un massimo di tre anni.
Le sanzioni previste per illecito sportivo e per turbamento dell'ordine pubblico verranno giudicate dalla commissione disciplinare e potrebbero comportare:
  • l'assegnazione di punti di penalizzazione da -1 fino a -10 punti
  • l'esclusione della squadra
  • l'espulsione perpetua da qualsiasi evento sportivo organizzato dall'A.s.D. NetCalcio fino ad un massimo di tre anni

Le sanzioni peculiari previste sono:
  • Distinta ufficiale non presente o non regolarmente compilata - 1 euro
  • La squadra si presenta all'incontro in ritardo o si presenta ma per qualsiasi motivi non permette il regolare inizio della gara causando l'inizio della stessa con un ritardo compreso tra i 5 e i 10 minuti - 5 euro

ART: 35 COMMISSIONE DISCIPLINARE
[sezione: GIUSTIZIA SPORTIVA]

La commissione disciplinare è un apposito organo che verrà attivato in caso di presunto illecito sportivo o per turbamento dell'ordine pubblico e composto dal designatore arbitrale, dagli organizzatori del torneo e dal rappresentante dell'ente di promozione sportiva.
Tale commissione ciascuno per chi di competenza convocherà e ascolterà tutte le persone in causa verbalizzando tutte le fasi del dibattimento e decidendo in merito alla controversia.
Le decisioni prese dalla commissione disciplinare sono inappelabile e qualsiasi ricorso verrà automaticamente rigettato.